Sant'Agata sul Santerno - Ravenna Intorno

Vai ai contenuti principali
Ravenna Intorno
 
Oggi è Mercoledì 13 Novembre 2019 Ora corrente
 
 
Sei in: Home | Località | Sant'Agata sul Santerno
Località
 

Sant'Agata sul Santerno

 

Le notizie più antiche della storia di Sant'Agata, risalgono all’ottavo secolo e riferiscono di S. Agatha, una delle sette pievi del magnum forestum, il basso territorio che si estendeva a nord di Faenza fino al limite degli acquitrini e che costituiva forse la donazione del longobardo Liutprando al Vescovo di Faenza.

chiesa-arcipretale

Oltre alla pieve rurale, Sant’Agata possedeva un Castello lungamente conteso tra i signori della Romagna, quelli di Ferrara e lo Stato Pontificio.
 Dell’impianto originale dell’edificio è sopravvissuto nel tempo solo uno dei due torrioni d’accesso che oggi è possibile ammirare nella sua nuova ‘funzione’ cittadina, quella di Torre dell’orologio. La Porta, il nome con il quale oggi viene chiamata l’antica torre, ospita l’originaria ‘campana della ragione’ (1487) e permette, una volta oltrepassato il suo varco, di accedere alla Piazza Garibaldi sulla quale si affacciano due edifici di grande valenza storica ed architettonica.

Frontalmente, si può ammirare la neoclassica Chiesa Arcipretale.

Alla sinistra della Porta si trova il Palazzo Comunale che conserva i suoi muri obliqui, ‘a scarpata’, di forte impronta medioevale.

Si segnalano inoltre il Palazzo dei Contadini, edificio degli inizi del Novecento, e la Villa Patronale che, edificata alla fine del secolo scorso sulla struttura di una casa colonica del 1700, fu di proprietà del professor Gregorio Ricci Curbastro di Lugo, matematico di fama internazionale.