Castel Bolognese - Ravenna Intorno

Skip to main content
Ravenna Intorno
 
 
 
Sei in: Home | Località | Castel Bolognese
Località
 

Castel Bolognese

 

 Posta lungo la via Emilia, a metà strada fra Imola e Faenza e vicina al fiume Senio, Castelbolognese è il fulcro di un importante polo agricolo ed industriale.

Chiesa-di-San-Francesco

Una sosta a Castel Bolognese permette di ammirare alcuni significativi edifici. Appena fuori dalle mura cittadine, all’incrocio con la strada Casolana, sorge la cinquecentesca Chiesa di San Sebastiano, dal 1924 sacrario dei Caduti per la Patria. All’interno, l’affresco frammentario Madonna col bambino, attribuito a Girolamo da Treviso il Giovane e pregevoli opere in ferro battuto dell'artista faentino Luigi Matteucci.

Lungo il tratto cittadino della Via Emilia, fiancheggiata da portici, sorge l’edificio tardo rinascimentale del Palazzo Ginnasi. Su questa via si trova anche la settecentesca Chiesa di S. Francesco, di forma ottagonale, nota per il grande altare-reliquiario ligneo ed una statua della Madonna della Concezione, forse della scuola di Jacopo della Quercia.

Mercato: martedì e venerdì - Piazza Bernardi

 
Leggi +
 

 A Castel Bolognese si potranno ammirare inoltre due edifici nei quali è forte l’impronta dell’architetto imolese Cosimo Morelli, attivo tra il XVIII ed il XIX secolo: la ex Chiesa di Santa Maria della Misericordia e la Parrocchiale di San Petronio, risalente al 1400, ma quasi interamente rifatta dal Morelli. La Parrocchiale custodisce al suo interno pregiate opere come l’affresco quattrocentesco della bottega di Giovanni da Riolo, il gruppo scultoreo della Crocifissione di Alfonso Lombardi, un San Petronio dipinto da Felice Giani e una statua del Santo, regalo dei bolognesi a papa Pio IX, che la donò a sua volta a Castel Bolognese.

Mulino-Scodellino

Sulla centrale Piazza Bernardi si affaccia il vecchio Convento dei Minori Francescani, oggi sede del Municipio. All'ingresso del centro storico vive un museo all’aperto di opere in bronzo di Angelo Biancini, una delle figure più rappresentative della scultura e dell’arte ceramica italiana del Novecento.

Lungo il Viale Umberto I si trova il Museo Civico che oltre ad ospitare raccolte storiche, artistiche ed archeologiche e una pinacoteca con opere di artisti locali, permette di apprezzare raccolte rinnovate, accresciute e dotate di apparati didattici.

Infine, in località Casalecchio, a circa due chilometri dal centro, è possibile visitare  il vecchio Mulino di Scodellino. Risalente al XV secolo ed immerso in una cornice incantevole, conserva al suo interno antichi macchinari.