Natura ed enogastronomia: il percorso del sale - Ravenna Intorno

Vai ai contenuti principali
Ravenna Intorno
 
Oggi è Lunedì 20 Agosto 2018 Ora corrente
 
 
Sei in: Home | Le nostre proposte | Natura ed enogastronomia: il percorso del sale
Le nostre proposte

Natura ed enogastronomia: il percorso del sale

 

La proposta è molto varia e si presta ad un itinerario da mezza giornata fino ad una giornata intera. Siamo a Cervia. Ci diamo appuntamento nella Darsena Comunale, ed in prossimità  del Porto Canale, dove sono ormeggiate tantissime imbarcazioni. Una piccola curiosità: il porto di Cervia, oltre ad essere un porto di pesca è tutt’ora un porto di servizio alle saline.

Da via Nazario Sauro entriamo  in Borgo Marina, fino al Circolo dei Pescatori “Pantofla”: è l’unico luogo dove si possono incontrare i pescatori e gustare la tradizionale cucina a base di pesce. Ci allontaniamo a malincuore dalla banchina e dai suoi personaggi. Superiamo il ponte e ci troviamo circondati da tre edifici imponenti. Il Magazzino del Sale Darsena, il Magazzino Torre (dove si trova MUSA, museo  del sale) e la Torre San Michele.

magazzino-darsena

E il giacimento? Lo troveremo a ovest, risalendo verso le saline. Da Torre San Michele raggiungiamo Piazza Andrea Costa (o Piazza del Mercato), e a destra dopo via Evangelisti ci troviamo sulla circonvallazione Sacchetti. Qui non perdete l’occasione di lasciarvi trascinare dalla storia fin dentro il Borgo dei Salinari, quarantotto case costruite a quadrilatero, come una fortezza, un perimetro di vita e di difesa di Cervia.

raccolta del sale

Seguiamo la segnaletica verso l’ospedale per raggiungere la rotonda su via Martiri Fantini, poi proseguiamo verso la Statale Adriatica (ss 16) in direzione Forlì. Ci fermiamo subito a destra nel piazzale antistante, il cosiddetto Casello Ravenna (i caselli erano i punti di accesso alle saline). Attraversiamo la trafficata Statale 254, antica via Salara, oggi conosciuta come via Cervese, per entrare nell’area protetta della salinaCamillone”, che è inserita nel grande Parco della Salina di Cervia, che è la porta di accesso a sud del Parco del Delta del Po.

Questo non è un museo all’aperto, è una salina in attività dove, da giugno a settembre, ogni cinque o sei giorni, si estrae con metodo artigianale il sale dolce integrale cervese. Se dalla Camillone ruotiamo intorno lo sguardo, noteremo gli innumerevoli specchi di acqua e un’ampia distesa di acqua salmastra sul versante del Casello Ravenna. Qui si estende, infatti, la Salina Grande, ovvero una salina a raccolta unica che ha inglobato anche le piccole saline a raccolta multipla.

Modalità di svolgimento: a piedi per  il centro di Cervia, in automobile  fino alle Saline e poi passeggiata a piedi
Organizzazione: libera, oppure per visite guidate alle saline  contattare  Tel. 0544 – 973040
Fruibilità: da marzo a settembre
Tempo: da mezza ad una giornata

Percorso: via Nazario Sauro, Piazza Andrea Costa, via Evangelisti, circonvallazione Sacchetti, rotonda via Martiri Fantini, ss 16 Adriatica in direzione Forlì, piazzale Casello Ravenna, attraversiamo ss. 254 Cervese (ex via Salara), salina “Camillone”.